MIXITÈ, SUONI E VOCI DI CULTURE ANTICHE E ATTUALI: il programma di Luglio e Agosto

mixite

MIXITÈ, SUONI E VOCI DI CULTURE ANTICHE E ATTUALI: il programma di Luglio e Agosto

Toscana Produzione Musica presenta

MIXITÈ – SUONI E VOCI DI CULTURE ANTICHE E ATTUALI
Dal 1 luglio al 27 agosto
Vari Luoghi di Firenze

Dall’Abbazia di San Miniato al Monte fino alla Moschea, dalla chiesa ortodossa a quella Ucraina, passando per la Sinagoga e i chiostri e i cenacoli più affascinanti del patrimonio fiorentino, in una proposta diffusa che unisce il centro e le periferie creando un circolo virtuoso di conoscenza e dialogo.

Il progetto MIXITÈ porta alcuni dei musicisti più sensibili della scena nazionale e internazionale a far emergere i suoni peculiari dei luoghi coinvolti attraverso esecuzioni che ne rispettino e valorizzino la storia e le culture di riferimento.

Calendario:

• 1 luglio, ore 21, La Certosa di Firenze (Galluzzo) | Paolo Zampini e Silvia Capra 

• 3 luglio, ore 15.30, Chiesa Ucraina Greco-Cattolica di San Michele Arcangelo a Firenze (via dei Lavatoi) | Dimitri Grechi Espinoza

• 6 luglio, ore 21.30, Chiesa di San Zanobi e dei Santi Fiorentini (Coverciano) | Paolo Zampini e Silvia Capra

• 24 luglio, ore 19, Chiesa russa ortodossa della Natività (via Leone X) | Dimitri Grechi Espinoza

• 31 luglio, ore 19, Abbazia di San Miniato al Monte | Michel Godard, Natasa Mirkovich, Ihab Radwan

• 18 agosto, ore 21, Sinagoga (via Farini) | Dimitri Grechi Espinoza (in collaborazione con “Balagàn Cafè”)

• 27 agosto, ore 19 Moschea (piazza dei Ciompi) | Ziad Trabelsi

aulosvox

Originaria della Bosnia-Erzegovina, la cantante e attrice Nataša Mirković ha studiato prima musicologia a Sarajevo e per la grande versatilità è stata riconosciuta a Hollywood anche dal compositore Gabriel Yared che l’ha invitata a cantare per la colonna sonora del film “In the Country of Blood and Honey” di Angelina Jolie.

Il musicista francese Michel Godard si afferma molto presto come tubista di straordinaria polivalenza e come uno dei massimi virtuosi dello strumento barocco denominato serpentone, ha una carriera tra jazz, musiche improvvisate e musica classica.

Ihab Radwan ha studiato musica classica presso il Conservatorio del Cairo dall’età di 5 anni. Dopo una carriera musica di successo in Egitto, si è trasferito in Francia. Solista e compositore, ha lavorato con Hughes di Courson, come direttore artistico e musicista nel progetto Mozart l’Egyptien (con oltre 3 milioni di copie di CD venduti in tutto il mondo).

Cantante, suonatore di oud e compositore, Ziad Trabelsi nasce a Tunisi nel 1976 da una famiglia d’arte, suo padre è stato un importante musicista e compositore dell’Orchestra araba della Medina di Tunisi. Nel 2002 approda a Roma diventando membro e compositore dell’Orchestra di Piazza Vittorio.

Dimitri Grechi Espinoza nasce a Mosca nel 1965 e si avvicina alla musica jazz e allo studio del sax. Unisce due grandi passioni: lo studio della scienza sacra nelle culture tradizionali e la ricerca sul suono, con l’obiettivo di riscoprire lo spazio sonoro dei luoghi sacri.

Silvia Capra, soprano e Paolo Zampini, flautista, entrambi concertisti con alle spalle una lunga e prestigiosa carriera, danno vita a un programma che indaga suono e spiritualità attraverso l’esecuzione di brani suggestivi e potenti di compositori quali Hildegard von Bingen, Paul Horn, Carla Rebora, Kaja Saariaho, Sáry László, Jean Balissat.

 

Tutti gli appuntamenti sono a INGRESSO GRATUITO fino a esaurimento posti.
Per il rispetto dei luoghi di culto e delle diverse sensibilità coinvolte si suggerisce un abbigliamento adeguato.

ℹ️ INFO: info@toscanaproduzionemusica.it

MIXITÈ è un progetto ideato e realizzato da TOSCANA PRODUZIONE MUSICA, associazione nata con l’obiettivo di creare a Firenze e in Toscana un centro di produzione che generi un territorio di lavoro, avvicinamento, attraversamento e inclusione di artisti giovani, figure esperte del mondo della musica, ascoltatori curiosi e persone che vedano nella musica un fattore culturale e un’opportunità di crescita individuale e comunitaria, e al tempo stesso crei fenomeni di condivisione e connessione per ampliare i bacini di utenza di musicisti e pubblici nel prossimo futuro.

Il progetto è sostenuto dal Comune di Firenze / Estate Fiorentina 2022 ed è stato cofinanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020.