Hand Signed 2017

hand_signed

Hand Signed 2017

OOH-sounds e Musicus Concentus con Disco_nnect presentano

HAND SIGNED [2017]

appuntamenti di musica elettronica e sperimentale
per una possibile estetica della contemporaneità

Sala Vanni, Piazza del Carmine 14, ore 21.15:

In che modo i linguaggi espressivi che si affacciano su un mondo tecnologico e ipercinetico possono restituirne la complessità? Quali paradigmi usa la musica per conciliare rigore scientifico, creatività e tecnologia? Come possono rinnovarsi la critica e la resistenza dentro la normalizzazione del mercato globale?

Sono questi gli interrogativi che si pone l’edizione 2017 di Hand Signed, rassegna di musica elettronica e sperimentale curata da OOH-sounds e Musicus Concentus con Disco_nnect, che inaugura venerdì 27 gennaio in Sala Vanni con l’esclusivo concerto di Peder Mannerfelt.

Peder Mannerfelt, artista fra i più all’avanguardia della scena elettronica svedese, sotto lo pseudonimo The Subliminal Kid ha collaborato con musicisti del calibro di Fever Ray, Blonde Redhead, Glasser e remixato Massive Attack, Lykke Li e Bat for Lashes, mentre come metà dei Roll The Dice ha pubblicato tre album in studio. Dal 2013 ha intrapreso un percorso come solista, pubblicando col suo vero nome per la We Can Elude Control e la Stockholm Ltd di Pär Grindvik. Nel 2014 è uscito il suo primo LP, Lines Describing Circles, mentre contemporaneamente prendeva vita la Peder Mannerfelt Produktion, etichetta personale con doppia funzione: veicolo per le sue ultime produzioni piu’ sperimentali e piattaforma per giovani e talentuosi artisti come Klara Lewis. Reduce da Unsound Cracovia e MadeiraDiG festival, Mannerfelt presenterà l’album Controlling Body, fra i top album del 2016 secondo The Wire, The Quietus e Fact Magazine, e il nuovissimo EP Transmissions From A Drainpipe, pubblicati dalla sua stessa etichetta.

Nella seconda edizione di Hand Signed in Sala Vanni, al concerto di Mannerfelt del 27 gennaio si aggiungeranno altri 4 appuntamenti che si terranno il 17 febbraio, il 17 marzo, il 7 aprile e il 5 maggio.

Le illustrazioni /h{nd saynd/ 2017 firmate da Jonathan Tegelaars accompagneranno la presentazione grafica di Hand Signed; un lavoro in bilico fra astrazione e composizione tipografica basato sui caratteri e sulla fonetica di alcune parole legate ai temi di Hand Signed 2017.

Jonathan Tegelaars, nato a Firenze nel 1988 da padre olandese e madre francese, studia design, pittura e fotografia alla Libera Accademia delle Belle Arti di Firenze (Laba). Il suo linguaggio, psichedelico, primitivo e tribale, si evolve principalmente tra collage e scultura. Legato al mondo della musica underground, collabora con musicisti ed etichette discografiche, realizzando gli artwork per i vinili di Go Dugong (Fresh yo! e 42 Records) e di Herva (Planet Mu e All City Dublin).

Anche quest’anno la rassegna si avvarrà del supporto di Red Lighting, innovativa azienda italiana all’avanguardia nelle tecnologie di alimentazione e gestione wireless delle luci.

Hand Signed su Facebook: www.facebook.com/handsigned