Peter Broderick *CONCERTO ANNULLATO*

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
Peter broderick annul

Musicus Concentus per Secret Florence presenta

Peter Broderick in Sala Vanni
Venerdì 8 giugno, ore 21:15

*CONCERTO ANNULLATO*

È con immenso dispiacere che annunciamo L’ANNULLAMENTO del concerto di Peter Broderick in quanto il suo volo diretto a Firenze è stato cancellato causa sciopero.

Sarà possibile chiedere il rimborso dei biglietti a partire da lunedì 11 giugno, fino a lunedì 9 luglio presso il punto vendita dove è stato acquistato il biglietto e nei punti vendita Box Office.

Peter Broderick, classe 1987, è un multi-strumentista e cantante nato e cresciuto in Oregon. Fin da giovanissimo rimane affascinato dalla scena folk e ben presto ne diventa partecipe, tanto che nel 2007 si trasferisce in Danimarca dove inizia la lunga e prolifica collaborazione con la band Efterklang in un tour quinquennale.
Nel frattempo registra diversi album in solo, che spaziano dalla musica classica, come l’album di debutto Float, alla folk di Home – sperimentando costantemente diversi generi musicali e ricevendo commissioni per colonne sonore di film e spettacoli di danza. Peter si trasferisce poi a Berlino, dove incontra e collabora con moltissimi artisti vicini alla sua stessa sensibilità come Nils Frahm e Greg Haines.
Ora conosciuto come uno dei veterani della prestigiosa label Erased Tapes, Peter ha all’attivo ben undici release su questa etichetta, in compagnia di nomi come il già citato Nils Frahm, Lubomyr Melnyk, Ólafur Arnalds e Kiasmos.

Del 2009 il capolavoro Music For Falling From Trees, un brano di trenta minuti diviso in sette sezioni, creato appositamente per la coreografa Adrienne Hart di danza contemporanea. A seguire Music For Congregation e Music For Confluence rispettivamente del 2010 e 2011, quest’ultima colonna sonora del documentario di Jennifer Anderson e Veronon Lott su cinque delitti irrisolti nello stato di Idaho.
These Walls Of Mine del 2012 rivela i pensieri più intimi di Peter, in un’esplorazione che parte dal gospel, passando per soul e spoken word fino ad arrivare al rap. Nel 2013 torna a vivere negli Stati Uniti, sulle sponde dell’Oceano Pacifico dove è nato e cresciuto ed il suo viaggio musicale è iniziato, e proprio qua il cerchio si chiude con la ristampa di Float (2008) da parte di Nils Frahm.

Inspirato da Mecostics di John Cage, nel 2016 esce Partners, una serie di brani voce e pianoforte, e il 2017 è la volta dello splendido All Together Agian dove Peter riunisce brani creati nei suoi primi dieci anni di carriera. A proposito dell’album dice:

Fin da quando ho iniziato a comporre musica nel 2007 (sono già passati 10 anni!), le persone mi hanno contattato periodicamente per sapere se fossi stato interessato nel produrre musica per accompagnare i loro progetti come film, colonne sonore per il teatro, balletti…ma delle volte ho ricevuto anche richieste bizzarre <<Peter, scriveresti una canzone per il mio matrimonio? Per il mio primo anniversario? Per una gita in battello?>>.
All’inizio del 2015 mi è stato chiesto di suonare per 12 minuti durante una sfilata della New York Fashion Week; accettai e inizia la composizione del pezzo che avrei eseguito in solo, con l’ausilio di diversi strumenti musicali e qualche pedale. Registrai il pezzo e lo inviai ai contatti di New York, ma, appena qualche giorno prima di partire, mi scrissero che avrebbero preferito suonassi dei brani vecchi, che conoscevano già. Con rammarico misi quindi da parte la nuova composizione, dandole il titolo If I Were A Runway Model.
Ed è con grande piacere che presento ed inserisco questo pezzo in una collezione di lavori commissionati nel corso di dieci anni…All Together Again. Questo apparentemente strano gruppo di brani include un paio di pezzi scritti per matrimoni (Our Future In Wedlock e The Wlak), e una canzone che mi è stata chiesta di scrivere come regalo per un primo anniversario di matrimonio (Emily). E ancora troviamo un brano di 17 minuti scritto e pensato appositamente per una crociera in battello sul Bosforo, a Istanbul (A Ride On The Bosphorus), alcuni pezzi nati come colonne sonore (Robbie’s, Song, Atlantic, Seeing Things) ed uno per una installazione interattiva (Unsung Heroes).
Quando registravo nei primi periodi di carriera, ero orgoglioso di suonare e registrare tutti gli strumenti da solo, poi mano a mano ho iniziato a collaborare con altri musicisti ed ingegneri del suono. Ma questo album è differente, ed è molto importante per me, perché è un ritorno al vecchio approccio…qua suono io tutti gli strumenti, lavorando quindi con i miei limiti anche per quanto riguarda registrazione e missaggio. Ho sempre avuto una forte curiosità verso ogni tipo di strumento musicale e ogni tipo di musica, e spero vivamente che questo album riesca a descrivere questa mia curiosità ed il mio amore per questa cosa che chiamiamo musica.
La cover dell’album è stata fatta da Peter stesso, tagliando e rincollando differenti pezzi di carta colorata, in modo da rappresentare l’individualità di ciascuna traccia.

Posto unico 10€ – ridotto in prevendita 5€ +d.p. su circuito Box Office Toscana ed online su TicketOne.

 

 

giugno 08 2018

Dettagli

Data: 8 giugno
Ora: 21:15
Rassegna:
Tags:,

Location

Sala Vanni

Piazza Del Carmine, 14,
Firenze, 50124 Italia

+ Google Maps

È con immenso dispiacere che annunciamo L'ANNULLAMENTO del concerto di Peter Broderick in quanto il suo volo diretto a Firenze è stato cancellato causa sciopero.

Sarà possibile chiedere il rimborso dei biglietti a partire da lunedì 11 giugno, fino a lunedì 9 luglio presso il punto vendita dove è stato acquistato il biglietto e nei punti vendita Box Office.

Organizzatore

Musicus Concentus
Tel: +39 055 287347
Email:
Website: www.musicusconcentus.com