Carla dal Forno

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
Carla dal Forno

Musicus Concentus con Disco_nnect presenta

Carla dal Forno in Sala Vanni
Venerdì 27 aprile, ore 21:15

Dopo il successo dell’EP di debutto You Know What It’s Like del 2016, Carla Dal Forno torna sulle scene con un nuovo lavoro, The Garden, scritto, suonato e arrangiato interamente da lei. La giovane cantautrice e producer australiana (ma dalle origini venete) ha racchiuso in questo nuovo EP quattro intime confessioni in cui la sua ipnotica voce si fa prominente, accompagnata da suoni torbidi e nebulosi.

The Garden si apre con uno sguardo freddo e duro: We Shouldn’t Have To Wait, che è un inaspettato pezzo conflittuale, o forse addirittura di risposta, alla sua stessa Fast Moving Cars; non un confuso sogno ad occhi aperti, ma una situazione forzata, fatalistica. Qua il protagonista non è più fermo a fissare macchine che passano, ma si sposta al volante, guidando in modo spericolato; senza nessuna destinazione in mente, ma impaziente di arrivarci.

E poi ancora Cluster, un brano che descrive (l’inaspettato) arrivo in un luogo simile al paradiso, che lentamente si schiude e si mostra sempre più bello grazie ad un electronic pop fantasy in pieno stile Stereolab, Broadcast o Saint Etienne; il tutto arricchito da un testo “rubato” e riarrangiato dalle pagine di un articolo del National Geographic. La voce di Carla dal Forno qui è fresca e marcata, solo minimamente accompagnata, suona leggera e quasi contenta, ma allo stesso tempo saggia e un po’ sospettosa di ciò che la circonda, infatti, l’unico problema con il paradiso, sono le persone che lo abitano.
Make Up Talk è stata scritta la scorsa estate a Melbourne e sbircia, in modo teso e ostico, una relazione disfunzionale (ma in fondo non lo sono tutte!?) che viene descritta con un suono torbido, con percussioni appena accennate ed un testo austero e penetrante, strettamente correlato con You Know What It’s Like, che segna quindi la chiusura di un determinato capitolo.

Il titolo dell’EP, che è anche il brano fondamentale dello stesso, rende omaggio al brano degli Einsturzende Neubauten, The Garden, appunto. Carla dal Forno però sposta l’azione dal giorno alla notte, marcando un’acuta prospettiva femminile sul quale focalizzarsi: il giardino è un luogo di bellezza e rifugio, di sicurezza, ma che allo stesso tempo cela possibili minacce e insidie nascoste.

Dal Forno non è mai stata così eloquente a livello emozionale, e allo stesso tempo The Garden è senza dubbio la sua produzione più subdolamente psichedelica. Le linee di basso e i synth sobri evocano costantemente un chiaro di luna spettrale e la sua voce – sempre romantica ma intrisa di autoconsapevolezza – ricorda Tropic of Cancer e Tracey Thorn con un risultato dream-pop, che si allontana dal post-punk/lo-fi del primo lavoro, ma senza abbandonarlo del tutto.

The Garden può essere catalogato come un lavoro “fai da te” – Carla ha scritto, suonato, arrangiato e registrato ogni nota – ma non renderebbe giustizia alla musica e alla tecnica elevata che è stata raggiunta. Questo EP è un piccolo capolavoro, di un’artista già eccellente ma che in realtà sta muovendo appena i primi passi.

Posti numerati 20€ – ridotto in prevendita 13€ +d.p. su circuito Box Office Toscana ed online su Boxol.it

 

 

aprile 27 2018

Dettagli

Data: 27 aprile
Ora: 21:15
Rassegna:
Tags:, ,

Location

Sala Vanni

Piazza Del Carmine, 14,
Firenze, 50124 Italia

+ Google Maps

Posto numerato ridotto in prevendita 13€ +d.p. su circuito Box Office Toscana ed online su Boxol.it // 20€ in cassa la sera dell'evento

Ridotto per studenti under 25 e socia Arci 15€ in cassa

Organizzatori

Musicus Concentus
Tel: +39 055 287347
Email:
Website: www.musicusconcentus.com
Disco_nnect