E il Clamore È Divenuto Voce, tre concerti per Black History Month Florence

Black history monthe forence

E il Clamore È Divenuto Voce, tre concerti per Black History Month Florence

E il Clamore È Divenuto Voce, tre concerti per Black History Month Florence.

Musicus Concentus con la sua attività musicale fa parte di Black History Month Florence sin dall’inizio, collaborazione che quest’anno vede un ulteriore rafforzamento grazie a “E il Clamore È Divenuto Voce”: non un singolo evento, bensì una serie di concerti in acustico pensati per celebrare le “voci nere” nel panorama musicale italiano.

Il titolo trae spunto da un discorso del 1962 dell’allora Presidente del Senegal Leopold Senghor, fatto proprio da Palazzo Vecchio a Firenze, che sembra ricalcare e sottolineare cosa questo momento di pandemia ha prodotto: una mancanza di intimità condivisa, forza e spirito che solo la musica sa invocare.

I tre concerti unplugged organizzati da Musicus Concentus per BHMF vedono la partecipazione della mutevole voce di David Blank, di Dre Love con le sue vibrazioni leggere e profonde e dei ritmi narrativi di Tommy Kuti.

L’obiettivo finale di “E il Clamore È Divenuto Voce” è quello di trasportare gli ascoltatori nel regno della fantasia e attraverso la liberazione sonora dare voce al clamore e ai disordini di questo momento.

Questi eventi sono resi possibili grazie al generoso contributo di Publiacqua.

CALENDARIO:

Venerdì 12 febbraio, ore 21:15 Dre Love feat. Drumz & Guido Masi
Venerdì 19 febbraio, ore 21:15 David Blank
Venerdì 26 febbraio, ore 21:15 Tommy Kuti

▶▶ Eventi gratuiti 
I concerti andranno online sulle pagine facebook di Musicus ConcentusNetwork SonoroSala Vanni e degli artisti Dre Love, David Blank e Tommy Kuti.
Online anche sul canale YouTube di Musicus Concentus.

Le attività del Musicus Concentus sono realizzate con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Toscana, del Comune di Firenze, della Città Metropolitana di Firenze e della Fondazione CR Firenze.